GiocaSorridiMangia

Avventure di una mamma blogger


19 commenti

I miei Salmon Cucumbers per Il Club del 27

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

POTLUCKS RECIPE non è uno sciogli lingua, ma una goduriosa raccolta di ricette nate per quelle occasioni in cui <<sei invitato ma porta qualcosa anche tu>> e chi di voi non ha mai ricevuto di simili inviti non è di questo mondo. Per quanto mi riguarda non solo mi capita, ma spesso devo arrovellarmi il cervello e trovare qualcosa di “originale-buono-gustoso-glutenfree-veloce” che solo a dirlo passa la voglia..e invece no. Questa ricetta è stata amore a prima vista, una caduta da cavallo alla San Paolo….

Insomma, fatti e mangiati. Volete provare anche voi? E se gli antipasti non sono ciò che cercavate, prego accomodatevi sulla pagina del Club del 27 perché vi attendono una carrellata di ricette tratte tutte da questo libro di Miss Ali Rosen, per tutti i gusti, le esigenze e con annessi consigli sul trasporto.

31180180_1780504785343562_4453116182341353472_n

    Questo fantastico banner è opera della mitica Mai Esteve del blog  Il colore della curcuma

 

SALMON CUCUMBERS

Ingredienti per 15/20 dischetti di cetriolo

1 cucchiaio di olio d’oliva

2 cucchiai di scalogno affettato

225 g di filetto di salmone fresco

1 cetriolo Inglese grande (per me un carosello pugliese)

Sale ql

60 ml di maionese

1 ml di salsa piccante (suggerita Frank’s RedHot)

30 g di capperi

ciuffi di erba cipollina tritata per guarnire

Pepe nero fresco per insaporire

salmon c

Scaldare una padella a fuoco vivace. Aggiungere l’olio d’oliva e lo scalogno e cuocere 3 minuti. Spostare lo scalogno su un lato e aggiungere il salmone e cuocere 4 minuti. Rivoltare e cuocere almeno altri 2 minuti, ma non più di 4, dipende dallo spessore del salmone e dal vostro gusto. Rimuovere dal fuoco e far raffreddare.

Tagliare dei dischetti di cetriolo alti meno di 1 cm: devono essere spessi abbastanza da reggere il ripieno sopra, ma non troppo spessi tanto da prevalere. In una ciotola mescolare il sale con la maionese, la salsina piccante, e i capperi. Schiacciare il salmone in piccoli pezzi e versarli nella ciotola. Mescolare bene. Spalmare il composto al salmone sul dischetto di cetriolo, decorando con erba cipollina e pepe.

Come portarli

Si possono conservare in frigo su un vassoio (e poi in un sacchetto di plastica per non farli rinsecchire)se preparati in anticipo, ma la soluzione migliore è quella di assemblarli sul posto, a patto di esser sicuri di avere tempo e spazio per farlo, a vostra disposizione.

 

 

26804115_1666525040074871_376345731_n

Annunci


Lascia un commento

Aspic “cuor” di Soppressata di Calabria DOP con mais e zucchine.

Un antipasto fresco fresco che unisce tante cose buone!!!

Avete anche voi sgranato gli occhi come mio marito?!

Ebbene sì,ve lo presento, il mio Aspic!

Da tempo volevo prepararne uno,e finalmente quel momento è arrivato.

Andiamo a vedere cosa occorre e come procedere,

e poi vi dirò qualche altro particolare su un salume che ho scoperto di recente,

la Soppressata di Calabria DOP,

che è anche l’ingrediente centrale di questo Aspic.

Ingredienti per porzione:

50 g. Soppressata di Calabria DOP

50 g. mais dolce

70 g. di zucchine

1 foglio di colla di pesce senza glutine

200 ml di acqua per ammollo + 2oo ml per cottura

foglioline di prezzemolo

Procedimento

Per utilizzare la colla di pesce, bisogna mettere i fogli in ammollo per dieci minuti, con 200 ml di acqua per foglio.

Nel frattempo, affettare la soppressata, lavare il prezzemolo e la zucchina. Quest’ultima deve essere grigliata, perciò bisogna affettarla e arrostirla in piastra.

Trascorsi i dieci minuti, strizzare i fogli di gelatina e aggiungerli all’acqua bollente, mescolare e togliere dal fuoco.

Lasciare intiepidire e iniziare a comporre l’Aspic utilizzando un contenitore in vetro oppure in silicone,  procedere  “a strati”, versando la gelatina tiepida poco per volta, con le foglioline di prezzemolo decorative.

Aggiungere le fette di soppressata, mettere in frigo per almeno dieci minuti, per permettere alla gelatina di iniziare a rapprendersi, ogni volta si compone uno strato e si aspetta che si rapprenda, aggiungendo via via il mais, le zucchine e altra soppressata, per chiudere.

L’Aspic deve essere tenuto in frigo fino al momento di servirlo, e comunque almeno per due ore.

Per sformare, lasciare lo stampo immerso in acqua calda per qualche minuto, poi capovolgere con cura nel piatto di portata.

Soppressata di Calabria DOP

Si presenta con la tipica forma leggermente schiacciata, dopo il taglio il suo aspetto è morbido e compatto,

il profumo intenso e inconfondibile.

E’ ricavata da carni destinate al prosciutto e filetto con aggiunta di grasso

scelto dal lardo della parte anteriore del lombo.

La legatura a mano con dello spago le conferisce altra genuinità, a mio parere.

Un valore aggiunto che ho apprezzato molto è l’assenza di glutine e di derivati del latte,

che rende questo insaccato adatto proprio a tutti!

La stagionatura minima è di quarantacinque giorni…mangiarla è un lungo attimo 😉

Bye


2 commenti

Insalatina gluten free da portare anche in ufficio

Il desk-eating ha i suoi rischi, ma spesso è inevitabile pranzare in ufficio…la cosa importante è osservare almeno due regole:

1.spazio:spostarsi in un’altra saletta per evitare di esser raggiunti da telefonate ed e-mail in modo da pranzare in tranquillità;

2.tempo:se non potete usufruire di almeno un’ora, optate per pasti  ad una sola portata, evitando carni rosse, più difficili da digerire, ricordandovi di masticare lentamente, otterrete un effetto saziante pur avendo mangiato meno cibo.

Se poi volete essere gorgeus…preparate per la prossima settimana un’insalatina come questa, esotica quanto basta e ovviamente gluten-free.

Ingredienti per 1 persona:

1 petto di pollo

50 g carciofini lessi a fette

50 g cuori di palma a fette

40 g. di gherigli di noci

olio evo

succo di limone

sale fino

pepe

Dopo aver messo la granella di noci a riposo in olio, succo di limone, sale e pepe (dove deve rimanerci almeno tre ore), lessate il pollo in abbondante acqua salate. Affettate i cuori di palma e i carciofini lessi.

Fate raffreddare il pollo, tagliatelo a dadini e uniti tutto,facendo sgocciolare bene le noci dall’eccesso di olio e limone. Regolate di sale e conservate in frigo. Questa insalata, ottima anche come antipasto, va gustata il giorno dopo, per apprezzarne il sapore delicato ma intenso.

Gli ingredienti utilizzati sono naturalmente privi di glutine, l’unica cosa cui porre attenzione sono le contaminazioni che possono avvenire in una cucina “mista” oppure laddove questi ingredienti fossero stati lavorati in aziende con tracce di glutine, ma quest’ultima evenienza sarà certamente riportata in etichetta!

Con questa ricetta partecipo

al 100% Gluten Free Friday