GiocaSorridiMangia

Avventure di una mamma blogger

Pizza senza glutine fatta in casa, agli ortaggi.

15 commenti

Aprile 2016 2di2 049-001.jpg

Se almeno una volta nella vita siete stati “a dieta”, forse avrete sentito la mancanza della pizza, per lo meno a cena, dove, solitamente questa pietanza viene spesso collocata. Eppure la pizza, essendo completa da un punto di vista nutrizionale e apportando il più delle calorie di provenienza da carboidrati, è un buon pasto anche all’ora di pranzo.

Potevo presentarvela in tanti altri modi, ma la deformazione professionale ha preso il sopravvento. La componente autobiografica, poi, di mamma gluten free , ha fatto il resto ed ecco a voi una pizza casalinga e senza glutine, più digeribile, più “sana” – perdonate la poca modestia 😉

Per l’aspetto nutrizionale, ho messo a punto la sottostante “calory-grafica” … giusto per essere chiari..lo so, è da spavento, perciò astenersi dalla pizza every day. Come potete notare dai grafici, la pizza apporta buone quantità di Ferro e Fibre, ma anche Sodio (Na). Sapevatelo!

Nuova immagine

Spero di non aver tolto tutta la magia di una bella pizza mangiata con tanta spensieratezza e, cosa ancora più importante, in buona compagnia. Nel caso abbiate invitato un po’ di amici a casa per il prossimo week-end ecco cosa vi suggerisco io: la PIZZA (SENZA GLUTINE) AGLI ORTAGGI [radicchio, carote, fagiolini, peperoni, melanzane e zucchine] eseguita secondo il disciplinare come ci ha mostrato Antonietta  Golino del blog

La Trappola golosa per la sfida n. 58 del gioco più esilarante del web, ovvero l’MTC. Inizialmente ero sconfortata e decisa a saltare il giro, causa le sei ore circa di lievitazione che un impasto senza glutine affronta con qualche difficoltà…poi mi son detta “o la va, o la spacca”, ed eccomi qua. Antonietta mi ha incoraggiata moltissimo, e sono certa che qualche adattamento mi è concesso vista la resa dell’impasto, non proprio da manuale 😉

N.B In casa l’umidità dell’aria era del 39% e la T pari a 26,5°C..

Ingredienti  (4 persone)

400 g di mix senza glutine per lievitati (addizionato di farina di guar)

50 g di farina di grano saraceno

7 g di sale fino

150 ml di acqua oligominerale (per il lievito)

1 g di lievito di birra

200 g di acqua oligominerale (per il sale)

1 cucchiaino di miele MF (oppure malto di riso)

Aprile 2016 2di2 014

Sopra: Foto dell’impasto dopo 2 ore di lievitazione

Aprile 2016 2di2 019

Metodo diretto adattato con cottura solo in forno. Le quantità d’acqua sono maggiori, rispetto al disciplinare, in seguito alla differente interazione che hanno con i liquidi le farine gluten free. Un buon consiglio, come ha raccomandato Antonietta, è quello di utilizzare acqua oligominerale, per evitare che il cloro del rubinetto inattivi il lievito. In questo caso il lievito è stato messo in contatto del miele, anche per un tentativo di “imbrunire” l’impasto. In una ciotola capiente, unire le due farine e mescolare bene. Aggiungere tutta l’acqua con il lievito disciolto e iniziare a lavorare l’impasto. Aggiungere la restante acqua, salata, versando poco alla volta, potrebbe anche non servire proprio tutta,in questo caso l’ho messa fino all’ultima. Questa fase è molto importante e occorre protrarla fino a 10 minuti. Se state lavorando senza glutine, a questo punto avrete tutto l’impasto appiccicato sulle mani; avrete la necessità di risciacquarle sotto l’acqua corrente, è l’unico modo pratico per poter proseguire, oltre il punto di pasta. Bisognerebbe spostarsi sulla spianatoia e continuare per almeno un altro quarto d’ora. Il disciplinare parla di 20 minuti. Coprire con pellicola e lasciar lievitare due ore. Procedere allo staglio a mano, ottenendo fino a 4 panetti, con queste dosi. Due, per me, da riporre in uno strofinaccio non infarinato. Continuare la lievitazione per 4/6 ore (quattro ore scarse per me).

Stendere i panetti senza mattarello, lavorandoli con le mani come fanno i “veri” pizzaioli. Scaldare il forno alla massima temperatura, comprese le teglie.

Senza oliare, trasferire l’impasto in teglia e cuocere cambiando ripiano dopo i primi 5 minuti.

DSCN0201

Preparare per tempo gli ortaggi grigliati per la farcitura:

Tranne carote e radicchio, che ho messo “a crudo” sull’impasto, ho lessato in acqua salata i fagiolini, poi dopo averle pulite e tagliate a rotelle e listarelle, ho grigliato zucchine, melanzane e peperoni. Niente pelati, né conserva, insomma. Evviva la digeribilità.

Questa è la fetta di pizza appena sfornata.

Aprile 2016 2di2 077

con questa ricetta

 partecipo al 58° MTC

picmonkey2bcollage

Annunci

Autore: Sonia C.

Tutto ciò che viene dalla mia cucina è cresciuto nel cuore (Paul Eluard)

15 thoughts on “Pizza senza glutine fatta in casa, agli ortaggi.

  1. Ho provato tempo fa a fare una pizza senza glutine : sono sincera, non è venuta per nulla bene! ma questa tua ricetta mi incoraggia, il risultato è strepitoso, sinonimo che la tua ricetta è da ripetere! Brava!

  2. Congratulazioni davvero! Incoraggiante risultato! Brava! Ciao ciao

  3. Ti faccio i miei complimenti per tutte le spiegazioni fornite e curate nei dwttagli e la tua pizza gluten free fa invidia complimenti

  4. accipicchia che lievitazione! complimenti! e grazie anche per la tabella nutrizionale. A me la pizza fa ingrassare molto piu’ delle calorie che ha: vorrei trovare un modo per poter continuare a mangiarla senza dover dribblare fra un digiuno e l’altro. E un modo potrebbe essere anche quello di smetterla con la 4 formaggi con aggiunta di mozzarella di bufala, per dire… le verdure sono una grande risorsa sempre e sulla pizza stanno benissimo: se cominciassi da li, non sarebbe neppure un sacrificio. Bravissima!

    • Cara Alessandra, grazie per l’apprezzamento. Ricordati, quando mangi la pizza, cerca di evitare nella stessa giornata, di mangiare altri carboidrati, come pane e/o pasta..ok? promettimelo!!!

  5. Sonia cara io ho usato farine senza glutine per fare il pane e so quanta difficoltà ci sia nella manipolazione degli impasti.
    Sinceramente i risultati che hai ottenuto sono davvero eccellenti, la prova è l’alveolatura ch,e anche se non omogenea, da una consistenza ariosa alla pizza e poi mi aspettavo un effetto biscottato che effettivamente non vedo.
    Presumo che se avessi fatto la prova libretto questa ti sarebbe riuscita
    La pizza alle verdure è tra le mie preferite!
    Grazie per prezioso contributo

    • Sono io a ringraziare te!! Hai ragione sull’effetto “biscotto”…comunque era sofficissima. Non ho fatto la prova libretto per mancanza di tempo. Queste pizze erano il menù di una cenetta con degli amici che ho già fatto patire abbastanza, per aver fatto molte foto…perciò quello è stato sacrificato. Perdonami ❤

  6. Complimenti perché so cosa significa panificare senza glutine e questa pizza è davvero invitante! La mia seconda pizza per MTC sarà senza glutine e anche io sono andata di saraceno, ma bianco. Mi dirai se ti piace!
    Un abbraccio, ciao!
    Lidia

  7. Ti è venuta splendidamente, Sonia, davvero brava, un’ottima grana dell’impasto, aspetto morbido, che dire? Complimenti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...