GiocaSorridiMangia

Avventure di una mamma blogger


Lascia un commento

Clafoutis senza glutine

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il vero clafoutis non è questo di sicuro, ma forse il vero clafoutis non esiste.

E comunque, realizzare un dolce senza glutine perché si è costretti a farlo è sempre un atto di amore. Da qualche parte bisogna pur iniziare e, avendo conosciuto Tamara, anche se non (ancora) di persona, ho chiesto a lei una ricetta che mi potesse indicare la strada migliore e mi ha suggerito questa, tra le altre.

Ho sostituito la farina, perché dovevo usare quella di riso, ed il mio stampo era più piccolo di 28 cm, credo fosse di 24. Ho dimenticato di togliere i noccioli per poi scoprire, sempre grazie a Tamara, che in realtà il clafoutis si fa con le ciliegie intere.

Al posto del latte, ci ho messo la panna fresca.

Era buonissimo!

Siamo talmente abituati alla presenza delle ciliegie qui da noi, da dimenticarne le vere origini:l e due specie di ciliegie originali, da cui discendono tutte le cultivar di oggi, nascono in una zona compresa tra il Mar Caspio ed il Mar Nero! Si tratta del ciliegio dolce o prunus avium e quello acido o prunus cerasus.

Delle ciliegie, in realtà, non si butta via nulla, infatti in fitoterapia il loro peduncolo è utilizzato nei decotti, per alleviare problemi reumatici o delle vie urinarie.

Spero di avervi detto qualcosa in più e arricchito la vostra conoscenza su questo buonissimo frutto di stagione.

Annunci


2 commenti

Clafoutis à la carte…di ciliegie o quasi.

Un paio di motivi avevano destinato questa ricetta a rimanere in archivio.

Uno, il Clafoutis di ciliegie andrebbe preparato con ciliegie intere (e non”purea di”).

Due, avendo preparato questo dolce per un piccolo rinfresco a conclusione di una serata a tema,

non avevo avuto tempo e modo di far le foto prima di uscire da casa.

“E come hai avuto le foto?Per le ciliegie intere, possiamo anche chiudere un occhio”

Le foto sono opera di un carissimo amico, che ringrazio di cuore, Giuseppe Zilli, un artista a trecentosessanta gradi,

nonché generosissimo, che alla mia richiesta di fotografare la “torta” non ha battuto ciglio,

nonostante luci e tempi fossero sfavorevoli.

Segue ricetta…(state ancora guardando le foto, eh?)

Ingredienti

300 g di ciliegie denocciolate

2 uova

60 g zucchero semolato

80 g farina deglutinata

150 ml di latte

3 ml vaniglia estratto

3 g sale fino

Disporre le ciliegie (per me purea) in uno stampo di silicone, diametro 20 cm. Lavorare le uova con lo zucchero, aggiungere il latte, la farina, il sale e l’estratto di vaniglia, continuando a mescolare. Versare l’impasto ottenuto, piuttosto liquido sulle ciliegie. Preriscaldare il forno a 180 °C. Infornare e cuocere per 35-40 minuti. Sformare con cura. Si può polverizzare con dello zucchero a velo. Servire tiepido.

Tutte le foto sono di Giuseppe Zilli