GiocaSorridiMangia

Avventure di una mamma blogger


2 commenti

Il Cous Cous bugiardo

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il Martedì Grasso chiude il Carnevale, come in un cassetto che custodisce tanti sogni legati principalmente alla nostra infanzia, alle fiabe, i mostri e le allegorie della vita.

Una dimensione importante nella crescita di ciascuno, legata a quella ludica e trasformista che per qualche settimana l’anno ci invita al divertimento, al sorriso spensierato, che poi brutalmente, cessa.  Con la fine del Carnevale, si ridimensiona un po’ tutto, anche a tavola. Per questo motivo, oggi –tra l’altro primo giorno di Quaresima- sono qua a proporvi un piatto piuttosto detox, se vogliamo, che, affiancato a poco altro, può essere un primo leggero, veloce, e, perché no, da portare anche in ufficio.

L’ho chiamato ‘Il Cous cous Bugiardo’ perché all’apparenza potrebbe anche ingannare, ma nella realtà si tratta di cavolfiore crudo, frullato e condito. La ricetta è liberamente ispirata ad un’altra di Laurel Evans, ma  l’ho personalizzata ben benino. Invito anche voi a fare la stessa cosa e, magari, poi, fatemelo sapere, che mi fa piacere 😉

INGREDIENTI per 1 persona

80 g di cavolfiore crudo

1 limone non trattato (buccia e succo)

1 arancia non trattata (buccia e spicchi spellati)

2 noci o altra frutta secca

10 g max bacche goji (anche meno)

olio evo qb

sale fino qb

code di finocchio

pepe (facoltativo)

Lavare il cavolfiore, scartando le parti dure e le foglie, ridurlo in farina in un frullatore. Condirlo a crudo con la buccia di limone e arancia, l’olio evo, il succo del limone e qualche spicchio di agrumi spellato. Aggiungere le bacche o uvetta, le noci. Regolare di sale e, se piace, anche pepe. Servire crudo a temperatura ambiente.

Annunci