GiocaSorridiMangia

Avventure di una mamma blogger

Tempo di albicocche. Gelatina bruna e marmellata.

5 commenti

Sapete quale potrebbe essere un vero incubo per un foodblogger?

Ve lo dico io, dover lucidare un Babà e non avere la gelatina (in foto con la rafia gialla) di albicocche a portata di mano!

Perciò, meglio prepararla con un giorno di anticipo. E poi,con quel che resta, prepariamo anche la marmellata per la colazione (nella foto più grande).

Per la gelatina bruna occorre un po’ di succo di albicocche. Dovendo fare anche la marmellata io ho utilizzato per il succo solo una minima parte di purea di albicocche, che è la prima operazione da fare.

Ingredienti per la gelatina “bruna”

0,8 l di acqua naturale (per la gelatina) + acqua per ammollo

200 g di zucchero organico del Perù (per la gelatina,”bruna” appunto)

scorza di mezzo limone  non trattato

12 g di colla di pesce

2 cucchiai di purea* di albicocche

una garza inumidita

In una ciotola piena d’acqua far riposare i fogli di gelatina per dieci minuti. In una pentola su fuoco basso unire acqua e zucchero, mescolando con un cucchiaio di legno, e aggiungere  una scorza di 1/2 limone. Strizzare la gelatina, aggiungerla alla pentola; pulire delle albicocche (io farò la marmellata, ne ho pulite  800 g)*, passarle al passatutto. Inumidire una garza ben pulita e utilizzarla per ricavare il succo di due cucchiai di purea di albicocche. Aggiungere il succo di albicocche alla miscela.

Raggiunto il bollore, cuocere per altri quindici minuti. Far raffreddare cinque minuti, filtrare e riempire i vasetti.

Capovolgerli finché non si saranno raffreddati del tutto e riporre in frigo. Occorreranno almeno dodici ore prima che questa gelatina si rapprenda.Ottima per lucidare un babà, ma anche a colazione.

 

Ingredienti  per la marmellata:

800 g di albicocche già pulite

600 g di zucchero bianco semolato

Passare le albicocche al passatutto. Trasferire la purea così ottenuta in una pentola alta di acciaio, aggiungere lo zucchero e mescolare su fuoco basso con un cucchiaio di legno. Ripetere spesso l’operazione per evitare che si attacchi al tegame.

Quando il composto cambia consistenza e il suo colore acquista trasparenza si può togliere dal fuoco. Occorreranno dai 30 ai 45 minuti. Preparare dei vasetti, almeno tre da 330 g cad. Riempirli quando il composto è ancora caldo, tappare bene e capovolgere. Coprire i vasetti con un canovaccio e lasciar raffreddare a T ambiente per diverse ore.

Entrambe le preparazioni sono prive di glutine.

Annunci

Autore: Sonia C.

Tutto ciò che viene dalla mia cucina è cresciuto nel cuore (Paul Eluard)

5 thoughts on “Tempo di albicocche. Gelatina bruna e marmellata.

  1. Pure io mi sono fatta la gelatina, visto che non l’avevo in casa e non l’ho trovata al supermercato! 🙂
    Io però non ho usato come addensante la colla di pesce, per un motivo semplicissimo: quando scaldi la gelatina per pennellare il babà, la colla di pesce non ti si solidifica più, e ti ritrovi a tutti gli effetti con uno sciroppo, che viene assorbito dal babà senza lucidarlo. Molto meglio usare l’agar-agar, che a differenza della colla di pesce permette che il prodotto sia scaldato più volte, e lo fa risolidificare sempre. 😉

    Interessante l’idea di usare lo zucchero muscovado per aromatizzare la gelatina.

    Un abbraccio.

  2. Pingback: Babà gluten free con gelatina di albicocche per il Calendario del Cibo Italiano | GiocaSorridiMangia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...