GiocaSorridiMangia

Avventure di una mamma blogger

Soufflet di mele.

13 commenti

“Biancaneve,

ignara del pericolo,

addentò la mela che la vecchia le porgeva,

e subito cadde a terra…”

E’ una delle fiabe che da bambina amavo di più…ora, da mamma, le leggo con altri occhi e con la speranza che gli “insegnamenti” in essa racchiusi, ma anche i suoi valori, restino in qualche modo a memento per i nostri figli, ancora molto piccoli e indifesi nei confronti della vita.

Il mio cucciolo di questa fiaba, per il momento adora solo i sette nanetti, di cui mi chiede il nome, ed io continuo ad inventarlo 😉

Rileggendola per il Contest di  Enrica ho constatato che Biancaneve fa diversi  spuntini, prima di incappare ingenuamente nella trappola della strega…

è sempre  quella mela rossa a catturare la mia attenzione…perciò l’ho scelta come protagonista della ricetta….

…e, reduce da una full immersion sul soufflet,  ho voluto prepararne alcuni  dolci proprio a base di mele!!!

Et voilà … la ricetta, come per magia:

Per 6 mini soufflets:

50 g burro + burro per i ramequin

70 g amido di mais gluten free

500 ml latte caldo

3 tuorli

3 albumi

80 g zucchero a velo

1 mela a fette sottili (anche per decorare)

Con il burro, la farina e il latte tiepido ottenere una bechamelle di base, lavorando su fuoco basso in un tegamino in acciaio. Prima di togliere dal fuoco, aggiungere lo zucchero e i pezzi di mela. Far raffreddare, poi aggiungere i tuorli. Infine, aggiungere gli albumi montati a neve.

Infornare a 180°C in forno preriscaldato statico per 20-25 min.

Servire caldi, decorando a piacere.

Con questa ricetta partecipo

al Contest

Annunci

Autore: Sonia C.

Tutto ciò che viene dalla mia cucina è cresciuto nel cuore (Paul Eluard)

13 thoughts on “Soufflet di mele.

  1. Ma dai, che buoni!
    Adoro i dolci di mele e questi soufflé mi piacciono da morire!!!! :-p

    Senti, posso permettermi? La grafia giusta è soufflé. In francese soufflet significa schiaffo, mentre soufflé significa soffiato, e allude alla consistenza lieve di queste preparazioni. 🙂

    Un bacione!

  2. ma che goduria questa ricetta calda e coccolosa!!! Sono d’accordo con te sulla valenza educativa della favole!!! e non importa se il tuo per ora è piccolo…le fiabe sono sempre importanti anche il solo narrarle per farli addormentare!!! e NO non è giusto devi dirglieli giusto i nanetti!!! ahahhahaha…..stupenda ricetta attinentissima al tema….GRAZIE GRAZIE E ANCORA GRAZIE PER AVER PARTECIPATO!!!!

  3. i nomi dei 7 nani… li conosce sicuramente meglio mia figlia di me!!! ahaah!!
    buono il soufflé di mele!!
    ciao
    elisa

  4. Pingback: Fiabe e ricette per tornare bambine in cucina…. « Coccola Time

  5. Io adoro i dolci con le mele, ma non ho mai considerato il fatto di poterci fare un sufflè! Beh, ora mi hai fatto venire una gran voglia di assaggiarlo!

  6. Alla mia piccola ho iniziato a leggergli Biancaneve che aveva solo 9 mesi! Anche lei all’inizio adorava solo i sette nani e ripeteva di continuo i loro nomi!
    I tuoi soufflé caldi caldi devono essere super deliziosi! Brava!
    un saluto
    Giusy

  7. Carissima…. complimenti per il blog! mi piace molto quello che prepari con amore! ^_^
    volevo avvisarti che ti ho scelto per il Versatile Blogger award!
    vieni a trovarmi per “ritirarlo” nel mio blog, in questa pagina: http://ilnuovopiaceredeisensi.altervista.org/premio-versatile-blogger-award/

    Buona giornata! Paola!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...